Vai al contenuto principale

Disabilità visive

Giordania, archeologia e natura

Petra, Amman, il Mar Morto, Wadi Rum

Tra il Mediterraneo e il deserto arabico, la Giordania è una terra dalle forti suggestioni, a partire dalle rovine antiche citate dalla Bibbia, passando per Wadi Rum, il vasto deserto giordano, per arrivare fino al Mar Morto, la depressione più profonda del pianeta. Un viaggio in una terra ricca di tradizione, cultura, bellezze naturali e artistiche, un paese dai mille volti in cui convivono diecimila mila anni di storia, tra moschee, siti archeologici straordinari come Petra, imperdibile meta per i viaggiatori di tutto il mondo, oggi dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco. In questo programma di viaggio cucineremo con le donne giordane, toccheremo con mano l’antica cultura nabatea lungo la Via della Seta, cavalcheremo il cammello e dormiremo in un suggestivo ma comodo campo tendato.

 

Questa esperienza di turismo accessibile è promossa dal tour operator Planet Viaggi Accessibili e mira a diffondere una nuova modalità per scoprire e conoscere la vera essenza dei luoghi di arrivo, secondo i principi del turismo accessibile e responsabile.

 

Il viaggio è pensato in modo particolare per essere apprezzato dalle persone cieche e ipovedenti, con specifici percorsi sensoriali, tattili e auditivi. Il viaggio è realizzato grazie a una rete di collaborazione con professionisti, associazioni e operatori specializzati.

 

PROGRAMMA

 

1° giorno: partenza dall’Italia ed arrivo ad Amman

Arrivo all’aeroporto internazionale di Queen Aliaa ad Amman. Assistenza e trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere prenotate. Cena e pernottamento.

 

2° giorno: la foresta del Dibeen, Ajloun e Jerash

Dopo colazione incontreremo la guida per dare inizio alle escursioni, partendo dal Dibeen National Park. Situato tra Jerash e Ajlun nel nord della Giordania, è uno dei migliori esempi di foresta naturale di pino e quercia nella regione. La foresta protegge più di 17 specie in via di estinzione ed è di fondamentale importanza nella conservazione della biodiversità. Visita al Castello di Ajloun ad ovest di Jerash, che si apre sulla valle del Giordano, dove si potrà toccare con mano la storia raccontata dalle mura della fortezza. Ci si dirigerà quindi a Jerash, dove sono presenti grandiose rovine ancora in piedi, con l’Arco di Adriano, i teatri e i colonnati del Cardo romano. Cena e pernottamento in hotel.

 

3° giorno: Madaba e i mosaici

Colazione in hotel. Dirigendoci verso sud si parte per il Mar Morto percorrendo l’antica Strada dei Re. visitando lungo la strada la città di Madaba, famosa per l’antichissimo mosaico della chiesa greco-ortodossa di San Giorgio che raffigura la Terra Santa. Oggi entreremo in contatto con la parte autentica della Giordania, perché saremo invitati a pranzo da una delle famiglie sostenute dal progetto “ENJOY JORDAN WITH JORDANIANS”. Si tratta di un progetto lanciato da alcune organizzazioni turistiche allo scopo di regalare ai viaggiatori dei momenti di quotidianità tra le mura di una casa locale. La famiglia che ospiterà i nostri viaggiatori preparerà dei tipici piatti locali e ci sarà molto spazio allo scambio interculturale, scopo principale del progetto. Proseguimento con la visita alla Mosaic Workshop Association, che rende possibile la creazione di mosaici: grazie ad esperti, i viaggiatori potranno imparare l'antica arte della creazione di mosaici con il materiale disponibile in loco. Si discenderà poi per la riva orientale del Mar Morto, dove si affaccia una Giordania immutata dall’antichità poiché poco popolata e molto tranquilla. Pernottamento in albergo.

 

4° giorno: galleggiare sul Mar Morto

Dopo colazione potremo fare l’esperienza di uno dei luoghi più particolari del pianeta, il Mar Morto: un grande lago quattro volte più salato dell’acqua marina, le cui rive si trovano 400 m sotto il livello del mare, ossia il punto più basso al mondo sulla terraferma. Faremo l’esperienza di "galleggiare" sulla superficie delle acque del Mar Morto, quattro volte più salate dell’acqua marina. L’acqua del Mar Morto è usata fin dall’antichità per le proprietà benefiche che il sale apporta alla pelle e a tutto l’organismo, un’esperienza da non perdere! Partiremo poi per la spettacolare Petra, che si raggiungerà in serata. Anche la sera di questo giorno ceneremo presso una delle famiglie sostenute dal progetto “ENJOY JORDAN WITH JORDANIANS”. Sistemazione in albergo e pernottamento.

 

5° giorno: Petra, capitale nabatea

Colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita della città di Petra, detta “la città rosa” e dei suoi monumenti scavati nella pietra. Cavalcata per il Siq (canyon), una stretta gola, lunga più di un chilometro, fiancheggiata da ripide pareti rocciose alte 80 metri. Attraversare il Siq è un'esperienza unica: alla fine del Siq si troverà finalmente il Khazneh (il Tesoro). L’esperienza è straordinaria: qui si trova un'imponente facciata, larga 30 metri e alta 43, creata dalla nuda roccia. Visiteremo le Tombe Reali, la Tomba dell’Urna la Fontana Pubblica, la strada delle Colonne e del Qasr al Bint. Serata e cena presso "La cucina di Petra", dove impareremo a cucinare piatti arabo-giordani, assistiti da un cuoco locale e dalle donne di Wadi Musa. Pernottamento in albergo.

 

6° giorno: la Piccola Petra, la tribù Ammarin e Wadi Rum

Colazione in hotel. Inizio delle escursioni del Siq El Barid, più noto come la Piccola Petra, una volta il punto principale di passaggio per le carovane nabatee dedite al commercio. Sosta nel Siq, dove si potranno toccare con mano le rocce e proveremo l’esperienza di camminare a piedi nudi sulla sabbia. Visiteremo la Cooperativa Al Ammarien Society: la Tribù Ammarin è una delle tribù beduine presenti nel Sud della Giordania ed è sparsa in tre Villaggi, uno dei quali è il Villaggio Baidha composto da 600 membri. I beduini vivono in piccole costruzioni statali e non traggono nessun beneficio dal settore turistico nonostante vivano così vicino a Petra. Per questo motivo hanno costituito una Cooperativa chiamata Baidha Cooperative Society, nata con lo scopo di sviluppare il senso di appartenenza tra i membri della società beduina, preservare le tradizioni e l’eredità storica legate alla tribù e creare progetti economici che contribuiscano a diminuire la percentuale molto alta di disoccupati nella Tribù. La Cooperativa si occupa del riciclo di prodotti quali buste di plastica, olio di frittura ecc. da cui vengono ricavati oggetti vari che poi vengono venduti in una piccola mostra all’interno della Cooperativa. L’opera di riciclo impegna giornalmente 15 ragazze e 2 uomini.

Proseguimento verso Wadi Rum, la Valle della Luna, un canyon meraviglioso ai confini con l’Arabia Saudita scavato per millenni e culla di civiltà fin dalla preistoria. Cavalcheremo il cammello e proseguiremo a piedi nudi nel deserto per una passeggiata a contatto con la natura misteriosa di Wadi Rum. Pasti e pernottamento in campo tendato. Il campo tendato è provvisto di comodi letti e di bagno in camera.

 

7° giorno: Amman, la capitale giordana

Colazione e partenza per Amman. La capitale è una città interessante e ricca di contrasti: nel cuore commerciale della città, edifici ultramoderni, hotel, eleganti ristoranti, gallerie d'arte e boutique si susseguono accanto ai tradizionali caffè e alle piccole botteghe degli artigiani. Ovunque è possibile rinvenire tracce del passato storico della città, come la Cittadella ed il Teatro Romano. Cena e pernottamento in hotel.

 

8° giorno: rientro in Italia

Dopo la prima colazione trasferimento all’aeroporto di Amman, a seconda dell’orario del volo di rientro in Italia.

Il programma di viaggio può subire variazioni sia per quanto riguarda gli incontri che l’itinerario. Tali modificazioni possono essere determinate dalla momentanea indisponibilità delle comunità ospitanti o da variazioni delle condizioni sociali ed ambientali che si determinano nel momento in cui si effettua il viaggio.