Vai al contenuto principale

Disabilità visive

Perù per altri occhi

Lima, Cusco e il Lago Titicaca

Siete pronti ad intraprendere un viaggio emozionante nel Nuovo Mondo? Con questo viaggio in Perù potremo dare libero sfogo al nostro bisogno di vedere davvero il mondo “con altri occhi”: che siano quelli della popolazione locale di Lima, la capitale, dove si concentrano 9 milioni di persone (cioè un terzo della popolazione nazionale), o quelli degli indios Wachiperi, che ci illustreranno tecniche millenarie di caccia e di cura con erbe medicinali, saremo davvero spinti a cambiare il nostro modo di vedere il mondo. Ripercorreremo le orme degli Inca nella loro antica capitale, Cusco, ed arriveremo sul bordo del Lago Titicaca, dalla superficie di più di 8000 km². Conosceremo il meraviglioso artigianato locale e verremo a conoscenza di frutti commestibili mai arrivati in Europa… Lasciatevi coinvolgere da un viaggio davvero fuori dal comune!

 

Il viaggio è pensato in modo particolare per essere apprezzato dalle persone cieche e ipovedenti, con specifici percorsi sensoriali, tattili e auditivi. Il viaggio è realizzato grazie a una rete di collaborazione con professionisti, associazioni e operatori specializzati.

 

PROGRAMMA

1° giorno: partenza dall'Italia

Partenza con volo aereo dall’Italia per Lima. Arrivo a Lima nel pomeriggio, trasferimento dall'aeroporto a casa a Tablada de Lurín, dove consumeremo la prima cena peruviana.


2° giorno: centro storico di Lima

Dopo una colazione tipica e dopo esserci confrontati sulle prime informazioni sul Perù, ci sposteremo verso il centro storico dove visiteremo alcuni dei siti più rappresentativi, come le caratteristiche costruzioni coloniali, le catacombe di San Francisco e Plaza Mayor. Nel centro di Lima si può percepire in maniera molto il risultato dell'incontro/scontro religioso e culturale tra le due culture predominanti, quella locale indigena e quella spagnola.

Pranzeremo in un locale tipico del centro e nel pomeriggio ci sposteremo a Miraflores, distretto di una Lima moderna. In serata ci sposteremo a Barranco, il quartiere artistico, dove avremo occasione di ascoltare musica popolare locale, in particolare la musica criolla, suggestiva reminiscenza culturale della tradizione peruviana legata agli uomini che venivano costretti a trasferirsi in questi luoghi come schiavi.

 

 

3° giorno: le periferie di Lima

Visiteremo le periferie di Lima, là dove non arrivano i turisti. Incontreremo una comunità di missionari italiani che ci guiderà nel Cerro (le colline della periferia di Lima), per entrare in contatto con la vita quotidiana della maggior parte della popolazione. Faremo una breve passeggiata dove vivono le numerose famiglie che tuttora vivono in condizioni di estrema povertà: potremo sentire gli odori, i suoni del vivere quotidiano e parlare con la gente che vive in questa realtà. Pranzeremo ospiti della stessa Comunità missionaria.

Nel pomeriggio è prevista una visita al cimitero di Villa el Salvador, dove è seppellita Maria Elena Moyano, eroina della resistenza delle organizzazioni sociali contro Sendero Luminoso.

 

 

4° giorno: Cusco, l'antica capitale

La mattina, dopo colazione, ci dirigeremo verso l'aeroporto per trasferirci sulle Ande, a Cusco, l'antica capitale dell'impero Inca.

Dopo l'arrivo faremo un breve riposo per abituarci all'altitudine (passiamo infatti da 0 a 3400 metri sul livello del mare).

Nel pomeriggio visiteremo con una guida locale alcuni siti archeologici presenti nella zona, tra cui il tempio di Sacsayhuaman, dove potremo toccare con mano la bravura del popolo Inca nelle costruzioni in pietra. Per la serata ci aspetta uno spettacolo di musica e danze etniche tradizionali presso il centro culturale Qosqo!

 

 

5° giorno: Ocongate, piccola comunità andina

Trascorreremo un’altra giornata al di fuori dalle classiche rotte del turismo tradizionale. Ci trasferiremo quindi da Cusco alla comunità di Ocongate, sempre accompagnati da una guida locale.

Visiteremo il paese di Ocongate dove alcune donne di una piccola cooperativa potremo sentire la morbidezza della lana di alpaca e chi vorrà potrà comprare alcuni prodotti totalmente artigianali. Sarà il miglior modo per contribuire allo sviluppo della loro comunità!

Avremo anche la possibilità di ascoltare l'originale lingua quechua, la lingua parlata dagli antichi incas, ancora di uso comune nelle comunità andine. Nel pomeriggio rientreremo a Cusco.

 

 

6° giorno: Cusco - Puno

Al mattino partenza per Puno, città che affaccia sul bordo del lago Titicaca: lungo la strada faremo delle tappe intermedie, tra cui il sito inca di Raqchi, e Sicuani, cittadina andina a circa 4000 metri d’altitudine. Qui consumeremo il pranzo. Arrivo a Puno in serata.

 

 

7° giorno: Lago Titicaca

Colazione e trasferimento al Lago Titicaca con visita all’Isla de los Uros, una delle isole galleggianti costruite per fuggire dagli attacchi degli spagnoli, quindi proseguimento alla volta dell'Isla Taquile, dove potremo pranzare. Rientro a Puno per il pernottamento.

 

 

8° giorno: Puno - Cusco

La mattinata sarà dedicata a un giro nel centro storico di Puno. Dopo pranzo rientreremo a Cusco, dove arriveremo nel pomeriggio.

 

 

9° giorno: Cusco, la città moderna

Colazione e visita a uno dei centri principali della città moderna: il mercato. Tra colori, profumi, rumori, si potranno assaggiare prodotti tipici come il frutto chirimoya, la canna da zucchero e la chicha morada – una bevanda rinfrescante a base di mais nero fermentato - venendo a contatto con la vita quotidiana della gente locale.

 

 

10° giorno: Cusco - Pilcopata

Colazione e partenza verso l'entroterra. Dalla terra "secca" delle Ande passeremo alla maestosità della selva amazzonica, fino ad arrivare al villaggio amazzonico di Pilcopata.

Durante il viaggio, sempre effettuato tramite combi (un piccolo pullman) privato, attraverseremo il centro funerario di Chullpas de Ninamarca, proveniente dalla cultura preincaica dei "Lupaca". Proseguiremo fino alla piccola cittadina di Paucartambo, dove pranzeremo.

Arriveremo poi a Pilcopata, dove saremo sorpresi da un cambio davvero radicale di temperatura, atmosfera, suoni e odori e passeremo la notte in un piccolo hotel.

 

11° giorno: Pilcopata – Queros

Dopo la colazione, con piccoli pulmini o con motocargos (una sorta di Ape Piaggio in versione taxi) ci sposteremo verso la comunità di Queros. All'arrivo, gli indios Wachiperi ci accoglieranno con una bevanda tipica della zona, a base di yuca fermentata: il “masato”.

Tra le varie attività che saranno proposte al gruppo durante il corso della giornata ci sarà una passeggiata alla scoperta delle piante medicinali e dei frutti selvatici, un piccolo trekking all'interno della riserva, una lezione di cucina con le donne del villaggio per imparare qualche piatto tipico della selva, una passeggiata lungo il fiume e magari anche un bagno!

Concluderemo la giornata con una cena tipica Wachiperi e poi potremo riposare nei nostri alloggi. Il pernottamento sarà in piccole camere di legno dove sono presenti due lettini. I bagni sono in comune e senza acqua calda (in realtà non particolarmente utile nel clima equatoriale della selva). Questa è l'unica situazione in cui non avremo il bagno in camera.

 

 

12° giorno: Queros

Inizieremo la giornata partecipando alle attività quotidiane della comunità. Dopo colazione visiteremo alcune zone coltivate intorno al villaggio, dove i Wachiperi ci daranno informazioni su alcune piante importanti nella loro cultura come la yuca e la coca. Cercheremo una tipologia di palma (la Chonta) e dopo averla abbattuta ne estrarremo il cuore, che sarà il nostro pranzo.

Nel pomeriggio avremo occasione di sperimentarci con tecniche di artigianato locale: collane di semi, cestini intrecciati, frecce. Potremo autoprodurre i nostri ricordi della foresta da portare a casa. Dei veri souvenir! A seguire, cena e poi tutti insieme intorno al fuoco: in questa importante occasione di scambio potremo conoscere la storia della comunità e, perché no, raccontare la nostra.

 

 

13° giorno: Queros - Cusco

Dopo la colazione, saluti di rito e sempre in motocargos riprenderemo il viaggio in direzione di Pilcopata. Lungo il percorso visiteremo il meteorite di "Hinkiori" detta anche “piedra que habla”, luogo importantissimo e magico per la cultura Wachiperi. Avremo modo di fare una sosta presso un piccolo centro per la protezione della fauna selvatica e ci verrà data la possibilità di incontrare animali selvatici che si trovano lì in cura per essere poi rimessi in libertà.

Arrivati a Pilcopata prenderemo il pulmino che ci riporterà a Cusco, dove pernotteremo.

 

 

14° giorno: ripartenza per l'Italia

In mattinata, trasferimento in aeroporto: direzione Lima.

Permanenza in aeroporto in attesa del volo di rientro in Italia.

 

 

15° giorno: arrivo in Italia

Rientro in Italia, ma con tanti bei ricordi in più!

 

 

Il programma di viaggio può subire variazioni sia per quanto riguarda gli incontri che l’itinerario. Tali modificazioni possono essere determinate dalla momentanea indisponibilità delle comunità ospitanti o da variazioni delle condizioni sociali ed ambientali che si determinano nel momento in cui si effettua il viaggio.