Vai al contenuto principale

Disabilità visive

Berlino da vicino

La capitale tedesca come non l'avete mai... vista!

Per vivere appieno una città dalle tante sfumature come Berlino non basta una vita, ma in pochi giorni possiamo cogliere la sua vera essenza. I muri di questa città trasudano avvenimenti storici che ebbero risonanza mondiale, e la sua importanza strategica le ha fatto accumulare una quantità infinita di racconti, vissuti e storia. In questo viaggio capiremo il suo sviluppo urbanistico di città devastata dai bombardamenti, cammineremo oltre il muro che l'ha divisa per 28 anni e assaporeremo la multiculturalità che rende Berlino città d'avanguardia. Ci innamoreremo quindi di una città che si sta trasformando in una delle capitali più affascinanti d'Europa.

 

Questa esperienza di turismo accessibile è promossa dal tour operator Planet Viaggi Accessibili e mira a diffondere una nuova modalità per scoprire e conoscere la vera essenza dei luoghi di arrivo, secondo i principi del turismo accessibile e responsabile.

 

Il viaggio è pensato in modo particolare per essere apprezzato dalle persone cieche e ipovedenti, con specifici percorsi sensoriali, tattili e auditivi. Il viaggio è realizzato grazie a una rete di collaborazione con professionisti, associazioni e operatori specializzati.


PROGRAMMA

1° giorno: la Porta di Brandeburgo, il memoriale delle vittime dell'Olocausto
Arrivo e sistemazione in hotel.
Per cominciare la nostra visita alla città, andremo subito in visita al Reichstag, sede del Parlamento Federale Tedesco (il Bundestag) dal 1999, dove potremo cominciare con la una panoramica completa dell'organizzazione politica della Germania. A pochi passi dal Reichstag si trova la Porta di Brandeburgo, simbolo indiscusso della città. Visiteremo poi il Memoriale dell'Olocausto, ovvero 2711 blocchi di cemento di 2,375 metri di larghezza per 95 cm di lunghezza, eretti proprio sopra il bunker dove si assassinò Hitler. Queste steli sono poste tutte ad identica distanza l'una dall'altra, ma ciò che cambia è la loro altezza. il terreno su cui è posato è un continuo sali scendi che riesce a fare perdere ogni punto di riferimento a chi passeggia tra i blocchi, per ricreare quella sensazione di spaesamento che caratterizzò tutti quegli ebrei che si ritrovarono a vivere una tragedia così inimmaginabile che risulta tuttora impossibile descriverla a parole. Cena e pernottamento.

 

2° giorno: il cuore di Berlino, Berlino tattile e il mercato turco a Maybachufer 

Dopo colazione, raggiungeremo il centro di Berlino ed insieme alla guida cominceremo la nostra visita spostandoci tra Alexanderplatz, piazza principale della DDR, la Rotes Rathaus (il municipio), il Berliner Dom (l'enorme cattedrale ottocentesca). Nella nostra passeggiata guidata arriveremo anche in una zona caratteristica del centro, l'unica parte conservata della Berlino pre-bombardamenti. Tra chiese gotiche e vicoli stretti, si trovano tanti souvenir, come ad esempio gli orsetti di pezza: l'orso è il simbolo della città Berlino!
Dopo pranzo potremo finalmente renderci conto dell'attuale sviluppo urbano della città, grazie ad una pianta tattile in scala 1:2000. Commissionata dal Dipartimento per lo Sviluppo Urbano e realizzata dalla Facoltà di Architettura insieme ad un team di persone con disabilità, si tratta di una mappa sensoriale davvero esemplare, poiché in aggiunta all'esperienza tattile ci sono oltre 150 punti di interesse della città da esplorare acusticamente.
Berlino è una città dalle tante anime, ed una di queste è la comunità turca: a fine giornata potremo vedere un gioiello di integrazione passeggiando per le bancarelle del mercato turco. Siamo a Kreuzberg, quartiere è noto per essere stato il centro della scena punk rock e alternativa di Berlino Ovest, nonché culla di un forte movimento di protesta sociale degli anni Settanta. A causa della costruzione del muro, nel 1961 divenne un quartiere di frontiera, i suoi abitanti tedeschi si trasferirono in altri quartieri e vennero sostituiti da immigrati, soprattutto turchi. Oggi è una delle zone più caratteristiche della città e noi possiamo aggirarci tra banchetti di tessuti, venditori di pannocchie abbrustolite, cumuli di olive e souvenir underground!
Cena e pernottamento.

 

3° giorno: il muro di Berlino, il Museo di Otto Weidt, il nazionalsocialismo

Dopo colazione, partiremo in compagnia della guida per un racconto nel cuore di una città che per 28 anni rimase divisa da una barriera invalicabile. Due Berlino in una, con due mondi completamente diversi. Visiteremo i luoghi chiave della storia del Muro, dalla sua improvvisa erezione alla pacifica rivoluzione che lo abbatté. Vi racconteremo l’evoluzione della cultura delle due metà della città, il maniacale controllo sulla popolazione del governo socialista, lo spionaggio, il paradosso dell’isola Berlino-Ovest e le fasi salienti della Guerra Fredda.
Dopo pranzo, visiteremo il Museo di Otto Weidt, imprenditore non vedente che salvò numerosi ebrei ciechi facendoli lavorare nella sua fabbrica di spazzole. Il museo si trova all'interno del ghetto ebraico, una caratteristica zona del centro di Berlino. Visiteremo infine la zona attorno allo zoo, è anche una zona di centri commerciali e shopping d'alta gamma, ma anche la piazza dove si è verificato un terribile attacco terroristico nel 2016, con un camion scagliato sulla folla uccidendo persone in visita ai mercatini di Natale. Visiteremo qui la chiesa-memoriale Kaiser Wilhelm, un'enorme chiesa neogotica di cui rimane solo la facciata: questo particolarissimo edificio è infatti stato lasciato semi distrutto in ricordo degli orrori dei bombardamenti.
Cena e pernottamento.

 

4° giorno: ripartenza
Dopo colazione ci recheremo dall'hotel all'aeroporto per tornare in Italia!